Il progetto del Comitato Scientifico ICF Italia

26/09/2020


Il Comitato Scientifico nasce nel 2017 grazie alla decisone del Comitato Direttivo con la Presidenza di Luciano Boccucci, attuale membro del Comitato Scientifico. Nel 2018 grazie all’incontro di Caterina Carbonardi, membro del CD in qualità di Responsabile Stakeholder e Francesca Cioffi, che si stava occupando di misurazione di un pacchetto integrato contenente il Coaching all’interno della sua organizzazione no-profit rivolto alle PA, nasce l’idea di misurare l’impatto che il coaching, secondo ICF, può avere sulla vita di coloro che lo utilizzano.

Il progetto incontra l’approvazione durante il 2018 del CD con presidenza Raquel Guarnieri (MCC) e poi la conferma del CD 2019 di Fabrizio Bresciani (MCC) con la costituzione di fatto con Caterina Carbonardi, Francesca Cioffi (PCC), Federico Petrozzi (PCC), Gaetano Ruvolo (PCC) e Marina Osnaghi (MCC).  Nel 2020 trova il consenso e supporto operativo del CD con Presidente Davide Tambone (MCC) e nei primi mesi dell’anno il CS vede l’avvicendamento di Marina Osnaghi con Luciano Boccucci (MCC).

Il progetto ha i seguenti obiettivi:

  • Misurare con criteri scientifici, gli impatti del Coaching su alcuni aspetti specifici della vita di coloro che si rivolgono a Coach professionisti accreditati ICF
  • Disporre e divulgare i dati raccolti ed elaborati scientificamente
  • Aumentare le citazioni scientifiche sul Coaching

Con un’analisi della letteratura attualmente a disposizione, è emerso che a oggi, la maggior parte degli studi  si basano su questionari di autovalutazione non validati dalla comunità scientifica fatti ai partner di coaching, ai loro responsabili o ai colleghi.

Si è deciso di selezionare dei questionari certificati dalla Comunità Scientifica Internazionale, in grado di misurare con precisione le dimensioni oggetto dello studio, concentrando la misurazione su due variabili che saranno note, per tutelare la dimensione “in cieco” della misurazione, solo ai Coach che parteciperanno al progetto.

Si è scelto di realizzare lo studio in cieco, solo i coach conoscono le dimensioni misurate, mentre sono sconosciute ai membri del gruppo sperimentale (GS) e del gruppo di controllo (GC). Inoltre, né i Coach né i Clienti conoscono i risultati del questionario, se non alla fine del percorso. Per la somministrazione abbiamo optato per la modalità test-coaching-re-test (per il GS) e test-materiali didattici sul coaching-re-test (per il GC).

L’avvio del “Dono 2020” consente al progetto di partire dal mese di ottobre, 100 i clienti coinvolti nel GS di tre ONLUS italiane, insieme a 100 membri per il GC.

A sostegno dell’operazione è stato realizzato un portale dedicato, www.coachingefficacy.it.

I prossimi sviluppi di questo Comitato saranno l’inclusione della misurazione di progetti elegibili degli associati ICF Italia e i collegamenti fra il coaching e le neuroscienze e la loro misurazione.

Infine condividiamo le parole di Davide Tambone, Presidente ICF Italia, sull’iniziativa del CS “Confermo che questo progetto rappresenta una pietra miliare nella disciplina del coaching e un diamante che brillerà per sempre nella storia del nostro chapter italiano, agli occhi del mondo intero”.

 

Comitato Scientifico

Webinar “Il progetto del Comitato scientifico ICF Italia” 17/09/2020

Il progetto del Comitato Scientifico ICF Italia